Deprecated: Assigning the return value of new by reference is deprecated in E:\HostingSpaces\os2\undupalermo.com\wwwroot\wp-settings.php on line 472

Deprecated: Assigning the return value of new by reference is deprecated in E:\HostingSpaces\os2\undupalermo.com\wwwroot\wp-includes\cache.php on line 103

Deprecated: Assigning the return value of new by reference is deprecated in E:\HostingSpaces\os2\undupalermo.com\wwwroot\wp-includes\query.php on line 21
UnduPalermo
Archivi:

SESCION


Ago

15

 

Tag: , , , , , , , , ,
Pubblicato in Molteplice |

 

Tag: , ,
Pubblicato in Arti Visive, Giuseppe Agnello |

Elio Coniglio


Giu

26

5.

Il viso sferzato dai rami degli alberi… Ulivi? …che fiancheggiano entrambi i lati del tortuoso viottolo di terra battuta, ghiaia e grossi sassi che ostacolano e non poco la mia precipitosa fuga. Zoppico, vistosamente. Il cieco che mi insegue invece scansa agilmente ogni ostacolo con una sicurezza che lo rende inverosimilmente più veloce. Ormai c’è l’ho alle calcagna e sento il suo alito pesante sulla mia nuca indifesa. Il cielo notturno è buio di un buio impenetrabile. Ma all’improvviso questa oscurità insondabile trasecola, traballa, traveggola: squarciandola, le dodici figure zodiacali (figure che anche se di un vivido insostenibile ricordano ma, alla larga certe figure caravaggesche) irrompono nella muta volta celeste impegnate in un vorticoso girogirotondo allegorico che a tratti sfiora il farsesco. In un qualche imprecisato punto che può essere ovunque, appare una luna piena, grassa, gialla, di un rotondo grossolano a tratti sboccato che si oppone fronteggiandolo ad un sole invictus tale e quale a quello raffigurato sulla sovracopertina di un libro di E. Panofsky; e sotto l’attento occhio onniscente/onnivoro dei sette rsi tutte quante le costellazioni, le cui stelle sfaccettate come diamanti brillano pulsando convulsamente, si muovono lentamente, d’un lento estenuante per me che guardo, compenetrandosi a vicenda e quando ciò accade scolorendo, morendo l’una nell’altra e viceversa rinascendo dal nulla e colorandosi… Il voltarmi di scatto e senza pensarci una sola volta di troppo affrontare letteralmente di petto il mio ostinato persecutore sempre più, e incredibilmente, spedito sui sordidi inciampi del viottolo, fargli uno sgambetto e ossevare come da lontano in suo corpo che cade goffamente al rallenty disarticolandosi a terra, leggere lo sgomento inconsolabile che trapela incontenibile sul suo viso ora rigato da grossi lucciconi che sgocciolano copiosi sfrigolando rabbiosi nella polvere, sentire e sentirla come se non fosse mia ma quella di un’altra persona, la mia risata liberatoria, sguaiata, proprio quando in fondo al viottolo appaiono vestiti di bianco … i due … infermieri? angeli? …che puntano decisi verso il mio inseguitore…

 

Tag: , ,
Pubblicato in Elio Coniglio, Inedito |

 

Tag: , ,
Pubblicato in Arti Visive, Emanuele Diliberto |

 

Tag: , ,
Pubblicato in Arti Visive, Momo' Calascibetta |

Gaetano Testa


Mag

25

perso momentaneamente ogni risparmio.
non è esorcizzato soltanto il futuro anche il presente si muove dentro il dominio benigno esercitato dalle parole che mi salgono incontro.
la mia stessa maniera di chiedere all’edicolante un sacchetto di plastica per il fascio di giornali e pc. il mio sorriso di ringraziamento che è poi un sorridere continuo perché le parole non fanno mancare occasioni di ringraziamento continuo.
direi sono alquanto soddisfatto se la parola ‘alquanto’ distraendomi non mi offrisse all’istante una panoramica delle tante presenze polmonari clorofilliane germinative immediate.
e così senza esserci preparato aiuto agostino il vecchio bracco nero e grigio randagio del quartiere ad attraversare senza rischi la doppia carreggiata. quando lo lascio mi ringrazia con un mugolio roco e si allontana trottando col muso e la coda bassi.
e qui non è più opportuna alcuna ulteriore estensione.
torno sui miei passi e mi presento sorridente al responsabile della viabilità urbana che stava aspettando proprio me per cominciare il suo seminario condominiale sull’ingiuria al conducente sconosciuto.

 

Tag: , ,
Pubblicato in Gaetano Testa, Inedito |

Michele Lambo


Mag

15

 

Tag: , ,
Pubblicato in Arti Visive, Michele Lambo |

…e poi ci sono i miei ormai smessi sandali che pistiano l’ex tratta ferroviaria S.S.Q.-FILAGA…

Ghiaia grossolana cricchia sotto le suole dei sandali coronati da ossute ma scattanti caviglie infantili. La strada ferrata abbandonata ormai da diversi decenni si ostina a serpeggiare fra le pendici dei monti arrampicandosi susu verso le loro nude cime. Piccoli grilli chiassosi ad ogni mio passo saltano da una scarpata all’altra abbagliando gli occhi straniti con gli accecanti baluginii iridescenti delle loro elitre. Sui ponti sbilenchi dalle solide arcate di ancora candide pietre ben tagliate, nelle fresche penombre ritagliate all’interno di qualche rara, corta galleria, l’odore delle erbette primaverili appenappena spuntate si mescola e a tratti si confonde a quello persistente e a volte assai pungente della paraffina e ciò mi fa presentire sempre più chiaro man mano che il ricordo me l’avvicina l’echeggiante sferragliare del convoglio sulle rotaie, il vocio fittofitto dei passeggeri sballottati dentro le carrozze, il vaporoso pennacchio barocco di fumo bianco già ben visibile prima che la locomotiva sbuchi da dietro la prossima curva…

 

Tag: , ,
Pubblicato in Elio Coniglio, Inedito |

Il Gruppo 63


Apr

29

La ripresa dell’avanguardia negli anni Sessanta è stato un fenomeno diffuso in molti paesi occidentali, ma in Italia ha trovato un luogo particolarmente fertile, arrivando alla formazione di un movimento numeroso, organizzato e combattivo più che altrove.
A cinquant’anni ormai dalla sua data di fondazione, il Gruppo ‘63 continua a suscitare grandi discussioni sia per le sue teorie che per le sue proposte operative; segno che quella “invasione di campo”, quella radicale affermazione di diversità, nonché l’idea dell’autore come elaboratore del linguaggio collettivo, non hanno smesso di portare sconcerto, squilibrio e conflitto.
Questo libro fornisce le informazioni e le nozioni necessarie per comprendere la neoavanguardia italiana nelle sue coordinate storiche e letterarie, fornendo i ritratti dei principali protagonisti, da Sanguineti a Pagliarani, da Arbasino a Spatola, da Lombardi alla Vasio e a Malerba, oltre a indicazioni su Balestrini, Giuliani, Porta, Rosselli, Niccolai, Pignotti, Manganelli, Di Marco, Perriera, e molti altri autori, interni od esterni al Gruppo, dando altresì ragione di come per la prima volta sono accolti a far parte del movimento creativo e inventivo anche i critici e i teorici in dibattito tra loro, come ad esempio Barilli, Guglielmi, Curi ed Eco sviluppando un vero e proprio lavoro attorno al linguaggio. Così che le istanze del Gruppo ‘63 continuano a essere pressanti e urgenti ancora nella situazione attuale per chi non si accontenti della riduzione della letteratura a fiction e vada alla ricerca di scritture che “facciano pensare”, alimentando l’intelligenza e allenandola per essere pronta alle sfide del futuro.

 

Tag: , , ,
Pubblicato in Molteplice |

 

Tag: , ,
Pubblicato in Alfonso Siracusa, Arti Visive |

Os2.it - Realizzazione siti internet Palermo
Articoli (RSS) e Commenti (RSS). norton360